Trading on line: la vita di un trader

trading on lineSono un trader, mi chiamo Mario Borghezio e vivo facendo trading on line. Malgrado abbia un cognome così illustre, non mi sono mai occupato di politica. Sono 10 anni che mi occupo di guadagnare più soldi possibili facendo il trader. Che cosa significa che sono un trader? Significa che mi guadagno da vivere comprando e vendendo asset sui mercati finanziari. E devo ammettere che al momento sto guadagnando davvero bene, il mio tenore di vita è alto e posso permettermi tanti lussi e sfizi che nei precedenti 27 anni della mia vita non avevo nemmeno sognato. Vivo bene e me ne vanto, perché è tutto merito mio. Non ho mai rubato, non ho mai preso un centesimo dallo Stato, non ho mai fatto cose immorali. Ho semplicemente guadagnato facendo trading sui mercati finanziari.

Qualcuno mi chiama speculatore. Il fatto di guadagnare così tanti soldi con il trading on line è visto negativamente, soprattutto da coloro che sono schierati a sinistra. Però io non mi sento uno speculatore, sono un trader. Ho un ruolo economico, non sono un parassita che guadagna soldi facili e danneggia la società. Per chi non lo sapesse, anzi, il trading on line ha un ruolo economico fondamentale: garantisce l’allocazione delle risorse più efficiente possibile e quindi fa crescere l’economia.

Se un’azienda non è efficiente e non fa profitti, il suo titolo azionario scende anche grazie a noi trader. Questo significa che riceverà meno denaro dal mercato e quindi questo denaro andrà ad aziende più efficienti che guadagneranno di più e potranno crescere. E’ solo un esempio banale, potremmo ripetere altri esempi per capire che anche nel forex o nel mercato delle materie prime il nostro ruolo è fondamentale.

Quindi non solo noi trader riusciamo a diventare ricchi o comunque a vivere in maniera benestante, ma aiutiamo anche tutta l’economia a crescere più sana e rigogliosa. Insomma, il nostro ruolo è davvero fondamentale.

Opinioni sul trading on line

E qui arriviamo finalmenta ad una delle ragioni che mi ha spinto ad aprire questo sito: dissipare tutte le opinioni che esistono sul trading online che sono molte e sono tutte false. Partiamo dal principio. Per tutti coloro che vogliono sapere davvero che cosa è il trading on line, consiglio di visitare http://www.tradingonline.me/ che è la risorsa più completa e chiara sul trading. Il trading non è un modo di rubare soldi ai poveri o di guadagnare sulle disgrazie degli altri. Purtroppo a sinistra si pensa sempre il peggio. Io sono completamente apolitico, mi interessa soprattutto guadagnare soldi e dare il mio personale contributo alla società. Probabilmente se sei di sinistra non dovresti proprio fare trading on line ma questa è una tua scelta personale.

Il trading on line non è nemmeno un modo per guadagnare soldi facili come si trova scritto su tutti i forum di finanza. I soldi facili non esistono e e questi forum finanziari sono purtroppo pieni di bugie. I soldi arrivano con il trading ma ci vuole passione, impegno, coraggio. Conosco tante persone, anche amici e parenti, che hanno provato a copiare le mie imprese sui mercati perché vedevano che ci guadagnavo un sacco di soldi. Quasi nessuno ci è riuscito per una ragione semplice: quando si fa trading on line è sempre possibile perdere soldi, i profitti non sono certo sicuri al 100%. Anzi, anche il trader più bravo può perdere e io stesso chiudo diverse operazioni in perdita al giorno. La cosa importante è che il numero delle operazioni che generano un profitto sia più elevato di quello delle operazioni che generano una perdita. Purtroppo la maggior parte delle persone quando iniziano a fare trading si aspettano di essere nel Campo dei Miracoli, si aspettano che tutte le operazioni chiudano in profitto e quando poi capita che un’operazione chiuda in perdita (magari anche la prima) allora il trading si trasforma immediatamente in una truffa legalizzata. Purtroppo queste persone mancano di coraggio. Il coraggio è la virtù fondamentale del trader e anche dell’Uomo Vero.

Chi non è un Uomo Vero, coraggioso e capace di andare fino in fondo nella vita, è meglio che non faccia trader. Forse è anche per questo che le persone di sinistra non dovrebbero fare trader. Un mio vecchio amico, una persona che mi ha insegnato tutto nella vita, mi diceva che un grande trader non perde mai perché non chiude mai una sessione di trading in perdita. Come fa? Semplice, se ha perso qualcosa, continua a fare trading fino a recuperare le perdite e ottenere anche un buon profitto. Semplice questione di buona volontà.

A questo punto sembra che il trading on line sia più che altro questione di forza di volontà, di coraggio, di passione. E la preparazione? E’ fondamentale ma attenzione. Si può cominciare a fare trading anche senza nessun tipo di preparazione, l’importante è investire il proprio tempo studiando. Dopo tutto le risorse disponibili on line per imparare il trading sono davvero tante e quindi non vale la pena nemmeno spendere soldi per comprare corsi.

Lo studio è fondamentale ma è conseguenza dell’atteggiamento mentale. Chi ha capito che il trading on line è una cosa seria, che deve impegnarsi per andare fino in fondo studia. Chi pensa che tutto sia dovuto, che non esistono doveri ma solo diritti, aprirà la sua prima posizione sui mercati senza nemmeno capire quello che sta facendo. E perderà tutto rapidamente. Poi sarà colpa del trading che è una truffa legalizzata. E magari troverà anche piacevole scriverlo su un paio di forum finanziari famosi, così tanto per gradire.